FARMACIA COMUNALE

Per gli abitanti della Marigolda in settimana ci sono state delle amare sorprese. Passeggiando per le vetrine del centro del paese, in Largo Vittoria, avranno sicuramente notato che sono iniziati i lavori di adeguamento dei locali che ospiteranno la nuova farmacia di Curno (locali che, “casualmente”, erano stati utilizzati meno di due anni fa dall’attuale Amministrazione Serra per la loro campagna elettorale). Ebbene si, come da regolamento comunale vigente ed a seguito di una tormentata gara d’appalto,andata in prima istanza deserta, a Curno, in Largo Vittoria, sorgerà una nuova farmacia. Bene, dirà qualcuno di primo acchito, peccato però che la nuova farmacia sorgerà a meno di 400 metri dalla farmacia esistente nel quartiere Crocette, rendendo di fatto nullo il vantaggio di avere una nuova struttura sanitaria in paese. Il chiaro intento, in fase di attuazione dell’asta, doveva essere quello di dotare il quartiere della Marigolda della propria farmacia, in modo di garantire ai cittadini, soprattutto anziani, un servizio più comodo e sicuro. La colpa non si può certo attribuire al titolare della nuova attività che aprirà in Largo Vittoria, il quale, correttamente, ha fatto una scelta basata sulla propria esperienza ed a tutela dei propri interessi, individuando i locali in cui insediare la nuova farmacia in un luogo che gli potesse garantire un maggior ritorno economico. L’operato dell’Amministrazione Comunale nel gestire l’appalto della nuova farmacia comunale appare, invece, come un atto di una superficialità inaudita, in quanto non tutela i cittadini della  Marigolda che da molti anni aspettano più servizi nel loro quartiere, in modo che non continuino a sentirsi Curnesi di serie B.

Commenta per primo