Mozione abbattimento Oneri urbanizzazione

Curno, 18.12.2013

Alla cortese attenzione del
Consiglio Comunale di Curno
Alla sig.ra Sindaco
dott.ssa Perlita Serra

Mozione ai sensi dell’art. 31 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale,
approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 10 del 11.03.2012.

Oggetto: Concessione di contributo relativo ad interventi di ristrutturazione di unità
immobiliari residenziali, artigianali e terziarie ricadenti in zona A – centro storico,
corrispondente all’importo dovuto degli oneri di urbanizzazione primaria,
secondaria, quota smaltimento rifiuti e contributo commisurato al costo di
costruzione, nonché riduzione del 50% della tariffa ristrutturazione relativa agli
oneri di urbanizzazione primaria, secondaria ed al contributo commisurato al
costo di costruzione per attività commerciali riguardanti esercizi di vicinato
ricadenti nel centro abitato.

Il Consiglio Comunale di Curno

Considerato
che con deliberazione consiliare n. 54 del 30.05.1978, l’Amministrazione Comunale, sulla
scorta di quanto previsto dall’art. 3 della Legge Regionale 5 dicembre n. 60 e s.m.i., approvò i costi
degli oneri di urbanizzazione primaria, secondaria e smaltimento rifiuti da versare subordinatamente
al rilascio delle Concessioni Edilizie;
Rilevata la necessità di adeguare gli oneri di urbanizzazione vigenti, sulla base del disposto di cui
all’art. 16 del D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380, che impone ai Comuni l’adeguamento degli oneri di urbanizzazione
primaria e secondaria ogni cinque anni;
Dato atto che l’art. 44 della L.R. 12/2005 consente ai Comuni, “in relazione alle previsioni del Piano
dei Servizi ed a quelle del Programma triennale delle opere pubbliche, tenuto conto dei prevedibili
costi delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria, incrementati da quelli riguardanti le spese
generali”, di adeguare gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria ogni tre anni;
Considerato che il Comune di Curno è dotato di Piano di Governo del Territorio, approvato con
deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 9 gennaio 2013;
Visto il programma triennale delle opere pubbliche 2013-2014-2015, adottato con delibera di Giunta
Comunale del ………………. n. …., nonché le successive integrazioni apportate allo stesso, tenuto
conto dei prevedibili costi delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria;
Visti il D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 e s.m.i. e la Legge Regionale 11 marzo 2005 n. 12 e s.m.i.;
Vista la L.R. 16.07.2009 n. 13 “Azioni straordinarie per lo sviluppo e la qualificazione del patrimonio
edilizio ed urbanistico della Lombardia”, rimodulata ed ampliata con L.R. 13.05.2012 n. 4;
Preso atto che il principio sotteso al cosiddetto “piano-casa” è quello di fare da volano all’economia
complessiva del sistema nazionale;
Ritenuto che il Comune possa recuperare spazi di autonomia e favorire il “rilancio dell’economia” non
solo con l’ampliamento delle volumetrie esistenti, previsto dalla rimodulata Legge Legionale 13/2009,
ma, soprattutto, attraverso una politica di incentivo al riutilizzo del patrimonio edilizio esistente,
nell’obiettivo di contenere “l’utilizzo” di nuovo territorio, favorendo interventi di ristrutturazione,
restauro conservativo e manutenzione straordinaria;
Dato atto che la proposta in argomento era stata esaminata ed approfondita dall’assessore all’edilizia
privata ed al riassetto del territorio dell’Amministrazione precedente geom. Locatelli, dopo avere
avuto parere favorevole dalla responsabile del settore tecnico ed essere stata concordata nella
conferenza dei capigruppo del 10 marzo 2012, anche alla presenza dell’attuale assessore alle
politiche del territorio arch. Conti;
Valutata la necessità di promuovere ed incentivare gli interventi di ristrutturazione nel centro storico
e ritenuto, pertanto, di concedere un contributo per detti interventi pari all’importo degli oneri di
urbanizzazione primaria e secondaria, dello smaltimento rifiuti e del contibuto commisurato al costo
di costruzione dovuti, per un periodo di tre anni decorrenti dalla data di efficacia del presente atto;
Valutata, altresì, l’opportunità, al fine di incentivare il rilancio dell’attività del commercio per gli
esercizi di vicinato nel territorio di Curno, di ridurre del 50% le tariffe degli oneri di urbanizzazione
primaria e secondaria e del contributo commisurato al costo di costruzione, relativamente agli
interventi di recupero/ristrutturazione delle attività commerciali inerenti esercizi di vicinato ricadenti
nel centro abitato del Comune di Curno, per un periodo di tre anni decorrenti dalla data di efficacia
del presente atto;
Ritenuto necessario precisare che sia la concessione del contributo di cui sopra che la riduzione del
50% delle tariffe degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria e del contributo commisurato al
costo di costruzione, relativamente agli interventi di recupero/ristrutturazione delle attività
commerciali inerenti esercizi di vicinato ricadenti nel centro abitato, è riferita agli interventi che
abbiano ottenuto il necessario provvedimento abilitativo, durante il periodo temporale decorrente dal
1 gennaio 2014 e terminante il 31 dicembre 2016, sulla scorta dell’efficacia di specifica Denuncia di
Inizio Attività o Comunicazione Inizio Attività o Segnalazione Certificata Inizio Attività, ovvero
l’ottenimento di specifico Permesso di Costruire, con esclusione dalla partecipazione a qualsiasi altra
agevolazione economica già prevista nei regolamenti edilizi vigenti comunali, relativa alla medesima
unità immobiliare;

si impegna

1. a concedere un contributo relativo ad interventi di ristrutturazione di unità immobiliari residenziali,
artigianali e terziarie ricadenti in zona A – centro storico, corrispondente all’importo dovuto degli
oneri di urbanizzazione primaria, secondaria, quota smaltimento rifiuti e contributo commisurato
al costo di costruzione, sulla scorta dell’ottenimento degli specifici provvedimenti abilitativi
suindicati, con decorrenza dal 1 gennaio 2014 e sino al 31 dicembre 2016, per tutti gli atti
abilitativi edilizi efficaci a tale data, ovvero, nel caso dei Permessi di Costruire, rilasciati a tale
data;
2. a ridurre del 50% le tariffe degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria e del contributo
commisurato al costo di costruzione, relativamente agli interventi di recupero/ristrutturazione per
le attività commerciali riguardanti esercizi di vicinato ricadenti nel centro abitato, sulla scorta
dell’ottenimento degli specifici provvedimenti abilitativi suindicati, con decorrenza dal 1 gennaio
2014 e sino al 31 dicembre 2016, per tutti gli atti abilitativi edilizi efficaci a tale data, ovvero, nel
caso dei Permessi di Costruire, rilasciati a tale data;
3. ad escludere dalla partecipazione a qualsiasi altra agevolazione economica già prevista nei
regolamenti edilizi vigenti comunali, relativa alla medesima unità immobiliare, chi usufruisca della
concessione del contributo di cui sopra e/o della riduzione del 50% delle tariffe degli oneri di
urbanizzazione primaria e secondaria e del contributo commisurato al costo di costruzione,
relativamente agli interventi di recupero/ristrutturazione delle attività commerciali inerenti esercizi
di vicinato ricadenti nel centro abitato;
4. a dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell’134 comma 4 del
D.Lgs. n. 267/2000 e s.m.i..

Il Capogruppo della Lista Corti Claudio

Commenta per primo